La solitudine del prete, una virtù per il mondo

4

07/10/2019

Qui è il punto. L’ascesi virile del prete, nella sua emancipazione dai legami carnali e di sangue, è qualcosa di cui la chiesa può fare a meno, in linea di principio e di fatto, come avviene eccezionalmente e a certe condizioni in alcune chiese orientali, ma solo sottraendo al mondo una virtù, sempre più desueta, sempre più derisa e a tratti infamata, che rende il clero cattolico di rito occidentale un fatto unico, una personalità originale e irriducibile alle leggi...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.