Le regole dei social per i politici cattivi

16

01/10/2019

In quest’epoca di discorso pubblico brutalmente degradato, i social media hanno un problema esiziale. Tutti, Facebook Twitter e YouTube, hanno regole piuttosto serie sull’hate speech, cioè su quei contenuti che veicolano odio, discriminazione razziale o sessuale e così via. Se un utente qualunque pubblica un post, un tweet o un video che incita all’odio, quello viene immediatamente cancellato. Ma se lo fa Donald Trump? Il presidente americano, come moltissimi altri capi di stato e politici del mondo, utilizza i social...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.