L’errore di una legge sul suicidio assistito

L’ipocrisia di credere che un diritto valga solo per i malati. Meglio la zona grigia

3

27/09/2019

Tutti i mezzi di informazione hanno dato grande rilievo alle parole di Marco Cappato che ha affermato che avrebbe agito per aiutare il suicidio solo per malati incurabili. Molti hanno interpretato queste parole come una delimitazione precisa della pratica dell’eutanasia, che si potrebbe applicare solo in casi estremi. Probabilmente questa è l’opinione sincera dell’esponente radicale, ma nasconde in realtà un’insidia assai pericolosa. Chi è ammalato? Chi è incurabile? Sembrano domande oziose ma non lo sono. Partire da casi estremi per...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.