Greenpeace, l’“eco-ansia” e il movimento verde tarato per non fare figli

Giulio Meotti

Reporter:

Giulio Meotti

2

25/09/2019

Roma. L’appello “No future no children”, con l’immancabile sfondo di una foresta in fiamme, campeggia anche sulla home page canadese di Greenpeace. “Mi chiamo Emma Lim, ho diciotto anni e ho sempre immaginato di essere madre” spiega l’ideatrice della campagna. “Anche se voglio avere figli più di ogni altra cosa, mi impegno a non farne fino a quando il governo non prenderà sul serio la crisi climatica”. In tremila hanno già firmato l’appello e il contatore sale. “Sto rinunciando alla...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.