Dubbi su una svolta

Reporter:

Annalisa Chirico

4

25/09/2019

Roma. “Da oggi l’Italia non è più sola”, disse il premier Giuseppe Conte il 29 giugno 2018, all’indomani del Consiglio europeo che dava il via ai ricollocamenti “su base volontaria”, poi non se ne fece nulla. A distanza di un anno, torna il vento dell’ottimismo nelle dichiarazioni del governo sul patto di solidarietà da siglare il prossimo 8 ottobre a Lussemburgo. “Io vedo soltanto ombre – dichiara al Foglio Luca Ricolfi, professore di Analisi dei dati all’Università di Torino –...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.