L’èra dell’infantilizzazione dello spazio pubblico

Invece di gestire i conflitti, il potere cede ai capricci, scrive l’autore di Das therapeutische Kalifat

8

17/09/2019

N ell’Europa occidentale si è instaurato un “califfato terapeutico”. Il termine, coniato dal filosofo svizzero Michael Rüegg, indica una nuova forma di potere, non basato su un dio o su un regime statale, ma sulla terapia sociale. La terapia di un’élite, che recide le radici ebraico-cristiane dell’occidente e vuole liberarci dall’inciampo di identità religiose o nazionali obsolete. Ogni società ha bisogno di una buona élite che assuma un ruolo di leadership sfruttando i suoi speciali talenti. Tuttavia, quella di oggi...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.