Fratelli e purgati

Giulio Meotti

Reporter:

Giulio Meotti

1

13/09/2019

Roma. Nell’ultimo mese, Kevin Spacey è ricomparso in pubblico. La prima volta al Palazzo Massimo di Roma, in occasione di un happening poetico. La seconda, qualche giorno fa, a Siviglia. Lo hanno visto cantare “La bamba” per strada. Il celebre attore, uno dei purgati più noti del movimento MeToo, è virtualmente morto per la televisione e il cinema, anche se le accuse di molestie sessuali a suo carico sono decadute in tribunale. Poi c’è Leon Wieseltier, già potente editor letterario...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.