Perché Gentiloni può dare una spinta gentile a Bruxelles

I rossogialli hanno ottenuto un commissario. Le riflessioni di Altomonte (Bruegel) tra politiche fiscali e monetarie europee

Reporter:

Mariarosaria Marchesano

3

11/09/2019

Milano. Queste ultime settimane alla presidenza della Banca centrale europea rischiano di essere per Mario Draghi le più difficili del suo mandato durato otto anni. Alla vigilia della riunione del 12 settembre crescono nel board della Banca centrale europea le resistenze dei ‘falchi’ – in particolare dei rappresentanti di paesi come Oanda e Austria – nei confronti di alcune misure espansive come il Quantitative easing e si allarga il dibattito sull’efficacia di una politica monetaria basata solo sul sostegno del...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.