Scorretta ma didascalica, la distopia di Dave Eggers non ha profondità

Piero Vietti

Reporter:

Piero Vietti

2

10/09/2019

S arebbe curioso sapere cosa ha spinto l’editor Feltrinelli che si è occupato dell’ultimo libro di Dave Eggers a scrivere quel che ha scritto nel risvolto della quarta di copertina. Il cinquantenne scrittore americano – diventato famoso per “L’opera struggente di un formidabile genio” vent’anni fa, e oggi ancora pigramente definito enfant prodige dalle pagine culturali dei giornali italiani – ha da poco pubblicato “La parata”. Nei 23 agili capitoli, che si leggono in poche ore, Eggers racconta il lavoro...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.