cerca

A Venezia tutti i premi sono azzeccati: anche le giurie rinsaviscono, per fortuna

9 Settembre 2019 alle 23:09

N eanche le giurie son più quelle di una volta. Per fortuna. Fanno proclami sconsiderati – le dichiarazioni della presidente Lucrecia Martel su un film in gara, anche se non fosse stato “J’accuse” di Roman Polanski, erano da impeachment. Poi rinsaviscono e alla Mostra di Venezia azzeccano quasi tutti i premi. Dimenticando perfino le quote rosa. Il premio Marcello Mastroianni per il migliore attore emergente è andato a Toby Wallace per “Babyteeth”, opera prima della regista australiana Shannon Murphy (in...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

2

10/09/2019

Articolo Successivo

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi