Il Pd vuole commissariare il Mise con la delega forte: Energia

Da Di Maio a Patuanelli. La differenza c’è ma la struttura non cambierà. Occhio alle telecomunicazioni

Reporter:

Valerio Valentini

7

06/09/2019

Roma. E’ riuscito a infilare un errore grammaticale – innocente distrazione, of course – perfino nell’ultimo atto formale da ministro uscente. “Abbiamo portato a casa provvedimenti e riforme di cui ne (sic!) sono orgoglioso”. E però questa svista sintattica, messa nella lettera con cui Luigi Di Maio ha preso formalmente congedo dai dipendenti del Mise, sembra allungarsi come un’ombra perdurante di sciagura, sugli uffici di Via Veneto che ora attendono Stefano Patuanelli, atteso evidentemente da una sfida difficile. Perché da...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.