L’odio che vuole cancellare i due capolavori di Renzi

Giuliano Ferrara

Reporter:

Giuliano Ferrara

1

04/09/2019

D icevamo ieri che nel bordello si fanno marchette, ma qualcuno ha preso la cosa troppo alla lettera. L’amico Paolo Mieli in un editoriale fin troppo autorevole è uscito dalla clandestinità e ha deciso che questa svolta in atto (forse, se vince il “no” su Rousseau ritiro l’articolo, c’è accordo con Cerasa) è un capolavoro di Nicola Zingaretti. Avete letto bene: un capolavoro di Zingaretti. Ora io non ho nulla contro il segretario del Pd e me ne fotto della...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.