“L’identità è a caccia di nemici immaginari e così distrugge le democrazie”

Giulio Meotti

Reporter:

Giulio Meotti

2

03/09/2019

Roma. “Stiamo attraversando un grande disordine di massa”. Douglas Murray, commentatore inglese, ateo, gay e liberal-conservatore, due anni fa aveva scalato le classifiche della saggistica britannica con “The strange death of Europe” (tradotto in tutto il mondo, in Italia da Neri Pozza). A metà settembre, Murray torna in libreria con “The madness of crowds” per le edizioni di Bloombsbury. “In pubblico e in privato, le persone si comportano in modi sempre più irrazionali, febbrili, simili a branchi”. Mentre vediamo i...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.