Andrea's Version

1

30/08/2019

E’ di tre anni fa, per i tipi del Mulino, un prezioso libretto di Claudio Bartocci, Piero Martin e Andrea Tagliapietra intitolato “Zerologia. Sullo zero, il vuoto e il nulla”. Un matematico, un filosofo e un fisico, vecchi compagni di liceo, si cimentano nell’inseguimento dell’assurdo, dell’indicibile che senz’altro verrà detto domani, dell’uomo che al mondo arriva dopo un incalcolabile nulla e nello stesso incalcolabile nulla si esaurisce. Che bello. Leggete quel libretto pieno di vita. Che ancor più scoppiettante sembrerebbe...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.