Dal primo nudo integrale del 1933 alla Marini in groppa alla mortadella. A Venezia la leggenda del “Porno subito” non ammette cedimenti

1

28/08/2019

C he effetto fa il film scandalo del 1933 rivisto nel 2019? Bisogna dimenticare Luciano Bianciardi, che dedica a “Estasi” di Gustav Machatý pagine gustosissime del “Lavoro culturale” (pensatele come un chiodo che sigilla la bara dei cineclub). Nel 1957 di Bianciardi, e non solo nel grossetano, dire “nudo integrale” era un irresistibile richiamo sia per il comune spettatore, sia per lo spettatore che aveva occhi solo per l’Arte Cinematografica – la dicitura sta nella ragione sociale della Mostra che...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.