Il diario di un morto di fame che insegna a vivere e a non perdere tempo

Camillo Langone

Reporter:

Camillo Langone

2

23/08/2019

S tanotte vado a letto senza cenare. Digiuno dietetico, precauzione igienica, purificazione? La verità è che non ho niente da mettere sotto i denti”. Quello di Valentino Zeichen è un diario della fame, il racconto di un’agonia letteraria romana, l’attualizzazione della massima latina “carmina non dant panem”. Al poeta Zeichen le poesie procuravano molti inviti a cena, è vero, ma fra un invito e l’altro era complicato riempire il frigorifero, nella baracca a pochi metri da Piazza del Popolo dove...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.