Vittima collaterale

2

22/08/2019

F ra le vittime inosservate della crisi di governo c’è la reintroduzione dell’insegnamento dell’Educazione civica, abolito nel 1990, che avrebbe dovuto essere una delle grandi novità dell’anno scolastico entrante. Già a febbraio il primo firmatario della proposta, il deputato leghista Massimiliano Capitanio, annunciava ai microfoni Rai il suo ritorno “come materia obbligatoria, curricolare e in pagella”, con l’obiettivo di “condividere valori e princìpi” nonché “progetti di educazione ambientale, di educazione alla salute, di contrasto all’illegalità, al bullismo e al cyberbullismo”,...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.