Un giorno di trasformismo da operetta ha chiuso un anno di governo surreale

Abbracci, insulti, risse in piazza

Salvatore Merlo

Reporter:

Salvatore Merlo

1

21/08/2019

Roma. La crisi di governo non teme repliche, simmetrie, scambi, furti di ruolo e di parti in commedia. E forse nessuno oggi vorrebbe essere nei panni di Sergio Mattarella. Così c’è il presidente del Consiglio espresso dal Movimento padronale di Grillo & Casaleggio, quello delle piazze vaffanculeggianti e della democrazia diretta dai capi, che a un certo punto, nell’Aula del Senato, sprigiona una forte energia, come dire, istituzionale e carrieristica. Quindi spiega, lui che sta con quelli di Rousseau, il...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.