Cartellone

8

21/08/2019

di Luca Fiore “Fu ne’ suoi tempi tenuto in Italia tanto famoso e l’opere sue in tanto pregio, quanto nessun altro in qualsivoglia tempo sia stato già mai”. Ecco le parole con cui Giorgio Vasari, con la sua amabile tendenza all’iperbole, segnala la fama di Luca Signorelli presso i suoi contemporanei. Oggi il suo nome è di quelli che, nei musei o nei libri di Storia dell’arte, si scorrono in fretta per arrivare, un po’ per pigrizia, un po’ per...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.