Così il relax delle Banche centrali incentiva la corsa all’oro

3

13/08/2019

Milano. Ce l’eravamo quasi dimenticato negli anni del boom dei mercati azionari, dei rendimenti positivi delle obbligazioni o, per i più audaci, delle emozioni da Bitcoin. L’oro sembrava destinato a finire in fondo alla lista dei possibili impieghi del denaro: roba da indiani o cinesi, da sempre affascinati dal metallo giallo, o nelle cassette di sicurezza delle nonne più previdenti. Al contrario, complice la caduta verticale dei tassi, il vecchio, inossidabile oro è il grande dominatore dei mercati finanziari in...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.