Undicesimo comandamento: non criticare Greta. Così la polizia del pensiero colpisce e punisce i non allineati all’icona ambientalista

1

08/08/2019

Roma. Negli anni Settanta un noto psichiatra svedese, Hans Lohmann, descrisse il suo paese come una “terribile società” affetta da una sorta di “freddo”, non misurabile in celsius, ma in gradi di conformismo e di un consenso assoluto che deve uniformare. Lohmann vide giusto, considerando il livello di adulazione che la stampa svedese tributa a Greta Thunberg. Non un articolo critico, non un passo falso, non uno sberleffo, non una punta di sarcasmo. Niente. Limhamns kyrka, una chiesa di Malmö,...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.