Preghiera

2

08/08/2019

“Qual è il suo più grande desiderio?”. “Che nel mondo si preservino la lingua e la cultura russa”. Così rispose Solzenicyn a un giornalista, in un’intervista del 2003 oggi raccolta in “Ritorno in Russia. Discorsi e conversazioni (1994-2008)” (Marsilio), libro che gronda patriottismo da ogni pagina. Dopo averlo letto ho pensato agli scrittori italiani, a quasi tutti gli scrittori italiani a cominciare da Antonio Scurati, Paolo Cognetti, Edoardo Albinati, Nicola Lagioia, per limitarmi agli ultimi premi Strega ma l’elenco potrebbe...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.