Greta, la cyborg svedese

Il filosofo francese scrive che è lo stadio finale del nichilismo Scrive Michel Onfray

6

05/08/2019

Una garanzia di moralizzazione della vita politica”. Così il filosofo Michel Onfray definisce Greta Thunberg. “Questa ragazza ha una faccia da cyborg che ignora le emozioni: nessun sorriso, nessuna risata, nessuno stupore, nessun dolore, nessuna gioia. Pensate a queste bambole di silicone che annunciano la fine dell’umano e l’avvento del postumano. Ha la faccia, l’età, il sesso e il corpo di un cyborg del Terzo millennio. Quale anima vive in questo corpo senza carne? E’ difficile da sapere… Ogni venerdì...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.