Così la destra tedesca s’appropria dell’ambientalismo (versione bavarese)

3

01/08/2019

Berlino. Era il maggio del 1989 e Jean Marie Le Pen, a un mese dalle elezioni europee, paragonava gli ecologisti a un cocomero: verdi di fuori ma rossi (e perciò comunisti) di dentro. Più di recente, il 91enne politico francese, attivo fra i neofascisti e i neonazisti d’Europa dell’Alleanza per la Pace e la Libertà, ha definito il 13,48 per cento ottenuto alle europee nel suo paese da Europe Écologie “una truffa, perché l’ecologia è la conservazione degli equilibri naturali....

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.