Chi governerà la Brexit disordinata sull’altalena con la sterlina? Dom Cummings

La campagna pubblicitaria

1

31/07/2019

Milano. La sterlina è sotto pressione, dalla fine di giugno ha registrato un calo significativo, questo luglio del 2019 è come l’ottobre del 2016, il Regno Unito continua a girare su se stesso e ripete quel che anche allora diceva, prima che la realtà rovinasse le fantasie brexitare: siamo un paese forte, cadremo in piedi. Boris Johnson, neopremier conservatore, esclude i toni del compromesso, dice che incontrerà gli europei soltanto quando avranno qualcosa da dirgli, inaugura il “war cabinet” per...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.