cerca

C’è una rivoluzione cultural-urbana a Parigi ed è guidata dai “paubo”

29 Luglio 2019 alle 23:09

Parigi. C’è molta letteratura attorno all’origine del termine “bobo”, contrazione di “bourgeois-bohémien”. C’è chi dice che il termine sia stato inventato da David Brooks nel 2000, quando scrisse “Bobos in paradise”, per descrivere i figli dell’incrocio tra idealismo liberale degli anni Sessanta e individualismo degli anni Ottanta che stavano occupando New York. C’è chi sostiene, invece, che il primo a impiegare quella formula fu il sociologo francese Michel Clouscard nel saggio “Néofascisme et idélogie du désir” (1973), per dipingere gli...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

2

30/07/2019

Articolo Successivo

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi