“Io, processato per le mie idee: la nostra società odia il dissenso”. Parla Scruton

“Quello che ho subìto è il segno di un paese malato”, racconta il filosofo conservatore riammesso al suo incarico dopo una campagna diffamatoria Scrive il Times (25/7)

6

29/07/2019

Il filosofo Roger Scruton è comprensibilmente ‘molto nervoso’ di rilasciare un’intervista”, scrive il Times. Scruton è stato licenziato dalla presidenza della commissione Building Better, Building Beautiful – il cui ruolo è quello di proporre delle soluzione alla crisi abitativa in Gran Bretagna – a causa dei suoi presunti commenti razzisti e antisemiti in un’intervista con George Eaton del New Statesman. Tuttavia, è stato scoperto che i suoi commenti erano stati modificati e decontestualizzati dal giornalista. Dopo tre mesi il ministro...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.