cerca

Draghi consegna a Lagarde l’agenda del Qe2, Berlino non farà muro

25 Luglio 2019 alle 23:09

Roma. La Banca centrale europea ha lasciato invariati i tassi principali, tra i quali quello sui depositi di meno 0,4 per cento. Le scommesse delle ultime ore di un taglio a meno 0,5 sono state smentite, ma solo per ora. Mario Draghi ha infatti ha parlato di decisioni “supportate da tutto il board esecutivo” che prefigurano un nuovo Quantitative easing sia in termini di tassi sia di strumenti ancora da esplorare, tra i quali “acquisti di attività finanziarie”, per alcuni...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

3

26/07/2019

Articolo Successivo

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi