Pechino è stufa di proteste e manda avanti i picchiatori a Hong Kong

Giulia Pompili

Reporter:

Giulia Pompili

2

23/07/2019

Roma. La battaglia urbana che si è consumata durante la notte tra domenica e lunedì potrebbe essere il punto di svolta delle proteste di Hong Kong, che vanno ormai avanti da più di tre mesi. Dopo aver dichiarato “morto” l’emendamento sull’estradizione in Cina, la chief executive dell’ex colonia inglese Carrie Lam è stata costretta ieri ancora una volta a giustificarsi davanti alle telecamere, condannando la violenza ma senza mai aprire a possibile dimissioni dell’esecutivo. Il governo centrale cinese ha definito...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.