Francesco Borrelli smontato da cavallo

La falsificante immagine elitaria di un inquisitore non poi diverso da Tonino

3

23/07/2019

A proposito del compianto a prime pagine unificate, senza o quasi l’increspatura di un pensiero non si dirà critico ma almeno consapevole, che ha accompagnato Francesco Saverio Borrelli resta qualche notazione che non va taciuta. Tranne in rarissimi casi, l’eulogia per il procuratore capo di Mani pulite è stata monocorde, dimentica persino delle ammissioni di errore che egli stesso, anni dopo, aveva abbozzato. La camera ardente a mezzo stampa è stata un’altra occasione persa per riflettere sulle storture storiche e...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.