Il m5s sta cambiando?

Il ruolo di Conte, i voti in Europa, la distanza con Salvini, le partite in comune in Rai. Viaggio spericolato in un Pd che si interroga sulla svolta europea del grillismo

Reporter:

David Allegranti

8

18/07/2019

V ecchia storia, quella del dialogo, dell’interlocuzione o dell’alleanza fra Pd e Cinque stelle. Ciclicamente si ripropone, come la peperonata. Però stavolta c’è qualcosa di nuovo che si muove: l’insolita frenesia di Giuseppe Conte (in Europa e non solo), che ha attirato l’interesse del Pd. A partire da Enrico Letta, che dice: “Ursula von der Leyen eletta con soli 8 voti di margine. Il M5s che l’ha votata è stato quindi decisivo. Delle due l’una, o dicono che han sbagliato...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.