Il Donbass spiegato a Salvini

Il ministro vede solo se stesso e non le guerre che il suo partito sostiene

3

18/07/2019

Volevano uccidere me”, ha detto Matteo Salvini riferendosi ai possessori di armi, svastiche e del missile ritrovato in un hangar in provincia di Pavia. Il ministro dell’Interno italiano si è in fretta intestato la risoluzione del caso, dicendo che l’inchiesta era partita su sua segnalazione, ma sono bastate poche ore e le smentite della polizia e della magistratura per mettere in chiaro che nessuno aveva intenzione di usare quelle armi, tanto meno il missile aria-aria e senza esplosivo, per uccidere...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.