cerca

Sullo stato di diritto non si è vaghi. Quel che von der Leyen ha imparato in pochi giorni

16 Luglio 2019 alle 23:10

Roma. Non è il momento per essere indecisi, per corteggiare gli incorteggiabili, anche se, grazie ai voti di qualche incorteggiabile, si può ottenere la presidenza della Commissione europea, la carica più importante all’interno dell’Ue. Ursula von der Leyen il peso delle parole e delle idee lo ha imparato qualche settimana dopo la sua candidatura, ha capito che il momento di flirtare, di irretire, di rimanere vaghi nel gioco delle nomine può soltanto fare danno e sullo stato di diritto in...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

2

17/07/2019

Articolo Successivo

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi