cerca

Ma quante spaccature può reggere il fronte europeista?

16 Luglio 2019 alle 23:10

Strasburgo. La tedesca Ursula von der Leyen ieri è stata confermata presidente della Commissione europea con 383 voti all’Europarlamento, nove voti in più della maggioranza assoluta di cui aveva bisogno per prendere il posto di Jean-Claude Juncker. Il margine molto risicato rispecchia la nuova frammentazione negli assetti politici europei. Il 51,3 per cento non è una maggioranza forte e stabile, tanto più se così tanti partiti possono rivendicare di essere stati decisivi. Le elezioni del 26 maggio dovevano cambiare tutto,...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

1

17/07/2019

Articolo Successivo

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi