LA QUESTIONE TEDESCA Il motore d’Europa si è affaticato? Peggiora l’umore delle imprese, grandi aziende in allarme, l’industria rallenta, banche da ripensare. Le doglie della Corporate Deutschland portano la Germania a non considerarsi più eccezionale

7

17/07/2019

A ll’apparenza è quasi un paradosso: nel giorno in cui la Germania si accinge ad assumere con la nomina di Ursula von der Leyen la guida dell’Europa politica, emergono nuovi segnali della crisi, o quantomeno della fatica, della locomotiva tedesca, dopo un decennio di straordinari successi del made in Germany, prima potenza mondiale dell’export ma anche così orgogliosa per la sua capacità di tenere i conti in ordine. Al contrario, dagli uffici del Leibniz Zentrum di Mannheim dove sulla base...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.