Cartellone

8

17/07/2019

di Luca Fiore Nello sfortunato film “Opera senza autore” di Florian Henckel von Donnersmarck si racconta in modo troppo romanzato l’incipit della carriera di Gerhard Richter. La pellicola ha il merito, però, di provare (provare, eh) a chiarire il contesto culturale in cui il pittore si formò insieme a Baselitz, Polke e Kiefer, artisti che oggi consideriamo, non a torto, venerati maestri. La mostra di Stoccarda prova a mettere a fuoco i loro primi anni. E’ un percorso che è...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.