Andrea's Version

1

04/07/2019

Non può non riconoscere, Matteo Salvini, di dovere gran parte della sua carriera a un giorno preciso di un quarto di secolo fa. Lui, vent’anni appena, sarebbe diventato consigliere comunale già a ventuno. Milano, Lega nord. Era il 16 marzo del 1993 quando il suo compagno di partito, il molto onorevole Luca Leoni Orsenigo, sventolò un cappio nell’Aula di Montecitorio. Rimase famoso. Roma era ladrona, anniversario di Aldo Moro sequestrato, i meridionali molto sozzi, quelli sotto Firenze non avevano voglia...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.