La Nike ritira una scarpa per una bandiera incriminata e un testimonial bizzoso: l’indignazione diventa un corporate drama

Mattia Ferraresi

Reporter:

Mattia Ferraresi

1

03/07/2019

A nche il mercato, quello che una volta si diceva libero, deve inchinarsi alle leggi volatili dell’indignazione, modellando le sue scelte non già sui gusti ben profilati dei consumatori ma sui fondati timori di punizioni sotto forma di boicottaggi, linciaggi social, disinvestimenti. La paura, spesso, può più del desiderio. La Nike ha da poco ritirato, prima ancora che finisse sugli scaffali, una scarpa progettata per festeggiare il 4 luglio. Sul tacco era cucita una bandiera americana nella sua versione antica,...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.