cerca

Non è tutto liberale quel che è Sánchez

27 Giugno 2019 alle 23:09

Il premier spagnolo fa preoccupare le istituzioni finanziarie con riforme spendaccione

Pedro Sánchez, presidente facente funzioni del governo di Spagna, leader del Partito socialista operaio spagnolo (Psoe), è in piena fase di contrattazione per la formazione di un nuovo governo dopo la sua vittoria alle elezioni di fine aprile. I negoziati vanno per le lunghe, sono più faticosi del previsto, e per la prima volta negli ultimi giorni si è cominciato a sussurrare che forse Sánchez non ce la farà a formare l’esecutivo, o quanto meno a formarne uno stabile. Nel...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

3

28/06/2019

Articolo Successivo

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi