Tutte le acrobazie delle opposizioni per garantire la maggioranza al governo

La paura del voto anticipato

Reporter:

Valerio Valentini

1

27/06/2019

Roma. A sentirlo così tranquillo, sembra quasi insincero. “I numeri sono risicati, non lo nego. Ma la situazione non preoccupa”, dice a metà mattinata, entrando in Senato, Massimiliamo Romeo. Ma basta poco per notare che la serenità del capogruppo leghista è condivisa un po’ da tutti, nella buvette di Palazzo Madama. Perché, certo, la carta parla di una maggioranza striminzita: 164, nella pattuglia grilloleghista, appena tre oltre la soglia minima. E però a quelli si aggiungono, ormai abitualmente, i due...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.