cerca

Scala regime change

18 Giugno 2019 alle 23:09

Milano. Nessun rinnovo parziale al 2022 per “uscire in bellezza” a braccetto del direttore musicale Riccardo Chailly, come ipotizzava la corte del sovrintendente Alexander Pereira fino a un minuto prima che, nel giorno della battaglia di Waterloo, il 18 giugno il Consiglio di amministrazione della Fondazione Teatro alla Scala lo decapitasse, per mano dello stesso uomo che fino all’ultimo lo ha difeso, cioè il sindaco di Milano. Massima soddisfazione del consigliere tricoteur Francesco Micheli, che a quel posto aveva ambito...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

8

19/06/2019

Articolo Successivo

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi