cerca

Le intercettazioni “occasionali” che tali non sono: ecco il vero trojan che da anni umilia il Parlamento

18 Giugno 2019 alle 23:09

Roma. Giudici più forti dei politici: è un bene? A ventisei anni dalla revisione delle immunità parlamentari, la domanda assume una certa attualità, enfatizzata dal caso Csm con il suo flusso continuo di conversazioni private, registrate via trojan, che coinvolgono, tra gli altri, due deputati in carica, Luca Lotti e Cosimo Ferri. Ma un eletto dal popolo può essere intercettato alla stregua di un comune cittadino? La risposta è negativa, e la ragione risiede nella necessità, ben nota ai padri...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

5

19/06/2019

Articolo Successivo

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi