Si è chiuso un ciclo in Egitto

La morte dell’ex presidente Morsi non lascia motivi di ottimismo nel paese

3

18/06/2019

Mohammed Morsi, il presidente egiziano eletto nel 2012 e cacciato da Al Sisi nel 2013, è morto ieri mentre parlava da venticinque minuti davanti ai giudici del tribunale, dal banco degli imputati (era in carcere da sei anni). Morsi era il simbolo del rischio implicito in ogni cambiamento politico nel mondo arabo: se scardini l’autoritarismo, comincia la deriva verso l’islam politico. Non è una deriva obbligata, vedi Tunisia, ma può succedere. I Fratelli musulmani avevano visto nella fine di Mubarak...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.