Non è come la Tav

Luciano Capone

Reporter:

Luciano Capone

1

18/06/2019

Roma. “Tutte le prossime iniziative che vorrete intraprendere dovranno rispettare, pertanto, questa duplice esigenza”, scriveva a marzo il premier Giuseppe Conte nella lettera inviata alla società Telt sulla alla questione Tav. All’epoca i problemi erano l’imminente scadenza dei capitolati di gara e la “duplice esigenza” era di “evitare di assumere impegni” gravanti sullo stato italiano e al contempo “adoperarsi per non pregiudicare gli stanziamenti finanziari” messi a disposizione dell’Unione europea. Da un lato non pubblicare i capitolati di gara per...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.