cerca

Non c’è più l’alibi di Deutsche Bank

17 Giugno 2019 alle 23:09

Berlino aggiusta il bubbone nazionale, qui si soccorre il credito meridionale

La più grande pulizia nei conti della storia bancaria inizierà il 24 luglio, quando i soci di Deutsche Bank, già fiore all’occhiello della potenza tedesca, dovranno approvare la dieta proposta dal ceo Christian Sewing per arrestare la frana del titolo, ai minimi da 149 anni. Un’anonima fonte intervistata dal Financial Times ha anticipato che la banca si libererà di attività per 50 miliardi di euro. Verrà eliminata la stragrande maggioranza dei derivati accumulati nel corso degli anni nell’illusione di potere...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

3

18/06/2019

Articolo Successivo

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi