cerca

Armiamoci e partite

12 Giugno 2019 alle 23:10

Roma. Siccome è troppo occupato ad affrontare, in diretta Facebook, un “gabbiano un po’ incazzoso” sui tetti del Viminale (“Sembra uno pterodattilo”), Matteo Salvini pretende che a combattere contro la Commissione europea, e anche contro l’aritmetica, siano Giuseppe Conte e Giovanni Tria. E così, troppo ansioso di andare a parlare di tutto e di niente coi suoi follower, assistito dal prode Luca Morisi che, impavido, tiene a bada il larinae furioso, intorno a mezzogiorno il vicepremier abbandona anzitempo il vertice...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

1

13/06/2019

Articolo Successivo

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi