cerca

Le ragioni di un no

11 Giugno 2019 alle 23:10

Roma. A ogni latitudine, dalla Turchia agli Stati Uniti, dall’India all’Eurozona, le Banche centrali sono sotto pressione dai rappresentanti politici per derogare o cambiare i loro mandati. “A volte il loro dovere è di dire ‘no’ ai rappresentanti eletti dal popolo. E questo è per il bene maggiore della nazione a lungo termine”, dice al Foglio Raghuram G. Rajan, ex governatore della Reserve Bank of India....

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

1

12/06/2019

Articolo Successivo

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi