Quando il M5s governa, i suoi elettori scappano. Il caso di Avellino

Marianna Rizzini

Reporter:

Marianna Rizzini

3

11/06/2019

Roma. Luigi Di Maio ieri vedeva il bicchiere mezzo pieno, ma cercava anche di sembrare uno che lo vede mezzo vuoto: e insomma la vittoria dei Cinque stelle a Campobasso, con Roberto Gravina, poteva far dire al vicepremier e capo politico del M5s che “il voto è espressione della nostra democrazia”, ma gli faceva anche nel contempo dire che “le città non sono trofei da esporre, non si festeggiano le vittorie ma i risultati”. Non si monta la testa, Di...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.