Contro il metodo del sospetto

Il caos al Csm ricorda cosa si rischia quando il processo mediatico prevale su quello penale

5

11/06/2019

I l disdoro dei complottisti del Csm non fa più male alla democrazia del moralismo di quanti, tra politici, intellettuali e giornalisti, si stracciano le vesti gridando, come fa Ernesto Galli della Loggia sul Corriere, “all’immagine devastante che esce dalle inchieste”. Tutti concentrati sul dito puntato contro lo scandalo, che sia la vendetta tra due magistrati rivali o piuttosto le pressioni e i ricatti tra le loro correnti politicizzate, ignorando però l’abisso che si apre di fronte a una società...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.