cerca

La piazza di Praga

5 Giugno 2019 alle 23:09

Roma. Da aprile in Repubblica ceca va in scena un paradosso. Le proteste che in queste settimane sono diventate sempre più forti – mercoledì a manifestare c’erano circa centoventimila persone – sempre più grandi, sempre più arrabbiate chiedono le dimissioni del primo ministro, Andrej Babis, e del suo ministro della Giustizia, Marie Benesová. Babis è accusato di conflitto di interessi per i suoi legami con Agrofert, la sua holding che riceve sussidi dall’Unione europea. Il premier è il secondo uomo...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

4

06/06/2019

Articolo Successivo

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi